10 step per mantenere il controllo dei mancati pagamenti

 

 

Assicuratevi di avere sotto controllo i ritardi nei pagamenti

 

I ritardi nei pagamenti fanno parte della realtà di molte aziende e possono essere la causa di problemi di liquidità. Sottraggono tempo prezioso alle vostre attività e possono danneggiare i vostri margini di profitto.

Gestire al meglio o prevenire i ritardi di pagamento aiuta a concentrarsi sul proprio business in maniera più efficace. Esistono diversi metodi che possono aiutare sia a prevenire che a gestire i mancati pagamenti.

 

Attenzione ai segnali di avvertimento

 

I mancati pagamenti possono essere identificati in anticipo, prestando attenzione ad alcuni segnali:

  • Aumento di richieste di informazioni commerciali
  • Riduzioni o incrementi improvvisi di ordini
  • Aumento di dispute e controversie
  • Elevato turnover del personale
  • Pagamenti lenti o fermi, assegni ritirati
  • Impossibilità di contattare il cliente

Se un vostro cliente dovesse mostrare uno qualsiasi di questi segni, intervenendo tempestivamente potrete fare la differenza.

 

10 passi per prevenire o gestire i mancati pagamenti

 

Ogni impresa di successo ha una politica di gestione del credito ben definita. Questi sono i 10 passi che potrete percorrere per evitare o gestire al meglio i mancati pagamenti.

 

1. Conoscere con chi si sta operando.

Assicuratevi che gli scambi commerciali stiano avvenendo con il soggetto corretto, ad esempio controllando la carta intestata ed accertandovi che le fatture e tutte le pratiche burocratiche riguardino lo stesso soggetto.

 

2. Prevedere un modulo di richiesta di credito.

Oltre ad effettuare i controlli necessari, non esitate a chiedere ai nuovi clienti le proprie informazioni di base. Questo vi aiuterà a valutare se il rischio che vi state assumendo nell’operare a credito è sostenibile dal punto di vista commerciale.

 

3. Inserire termini e condizioni di credito chiare.

Assicuratevi che i vostri nuovi clienti sottoscrivano termini e condizioni da voi proposti prima di iniziare il rapporto commerciale. Ad esempio comunicare i termini di pagamento solo in fase di fatturazione, potrebbe essere tardivo.

 

4. Impostare termini e limiti di credito adeguati.

Conoscere al meglio l’azienda cliente e la sua storia finanziaria può aiutare ad impostare i termini e limiti di credito più appropriati. E’ possibile farlo attraverso una polizza di assicurazione del credito o effettuando controlli su tutti i nuovi clienti. Impostate termini di pagamento chiari e comunicateli ai vostri clienti.

 

5. Strutturare un processo di controllo del credito ben definito.

Assicuratevi di avere una procedura di controllo del credito ben documentata, monitorando le vostre esposizioni; dettagliate i passaggi e le risorse responsabili di tali attività per essere sicuri di gestire al meglio i vostri crediti commerciali.

 

6. Comunicare regolarmente.

Siate educati, professionali e costanti. Mantenete il contatto con il cliente e prestate attenzione alle scadenze.

 

7. Essere proattivi.

Non aspettate che qualcosa vada storto: contattare il cliente prima della data di scadenza per assicurarvi che gli accordi vengano mantenuti.

 

8.  Agire immediatamente.

Se riscontrate un ritardo nel pagamento, contattate immediatamente il vostro cliente per verificare i motivi.

 

9. Evitare gli assegni.

Chiedete ai vostri clienti di pagare tramite bonifico o addebito diretto, evitando, per quanto possibile, i pagamenti tramite assegno.

 

10. Rivolgersi ad un’Agenzia di Recupero Crediti

Un’Agenzia di Recupero Crediti potrà aiutarvi a gestire il problema.