Pietro Petrucci nominato Responsabile del Medio Termine in Euler Hermes Italia

17.09.2018
 

Roma, 17 settembre 2018. Pietro Petrucci entra a far parte dell’area Specialties di Euler Hermes Italia in qualità di Responsabile della funzione Medio Termine a partire dal mese di settembre. Petrucci riporterà direttamente a Dario Locatelli, Responsabile della divisione Specialties di Euler Hermes Italia, che comprende Bonding e Mid Term. La divisione Specialties in Euler Hermes Italia garantisce i rischi speciali attraverso polizze fideiussorie e polizze credito a medio termine con dilazioni di pagamento comprese tra 12 e 60 mesi.

Romano, 49 anni, Pietro Petrucci ha conseguito la Laurea magistrale in Economia e Management Internazionale. Ha iniziato la sua carriera lavorativa nel 1989 con l’incarico di consulente finanziario presso la CIS Estero. Nel 1995 è entrato in SACE SpA nella divisione Studi e Relazioni Internazionali e, dopo un’esperienza nell’area di Marketing Internazionale, dal 2000 al 2011 ha contribuito allo sviluppo della rete commerciale SACE e all’apertura delle sedi di Milano per l’area del Nord-Ovest, con focus sulle relazioni istituzionali e di Venezia per l’area del Nord-Est e Balcani. Inoltre, dal 2011 ha operato in qualità di Responsabile dell’ufficio di Verona e di Firenze. Nello stesso periodo, Petrucci ha ricoperto il ruolo di referente nazionale di FEDERUNACOMA (Federazione Nazionale Costruttori Macchine per l’Agricoltura) nell’ambito dell’accordo di collaborazione con SACE.

Dario Locatelli, Responsabile della divisione Specialties di Euler Hermes Italia, ha commentato: “Con l’ingresso di Pietro Petrucci Euler Hermes Italia rafforza il team Specialties e dà ulteriore impulso alla strategia di crescita nelle operazioni di copertura del rischio credito a medio termine. L’esperienza ultra ventennale maturata da Petrucci in questo mercato, unita alle nuove soluzioni innovative e flessibili, consentiranno a Euler Hermes di soddisfare la domanda crescente proveniente dal settore della meccanica strumentale e dall’industria manifatturiera, da sempre molto dinamica sui mercati esteri oltre che su quello domestico”.