Appalti di lavori pubblici

Provvisoria Appalti Pubblici Lavori


La "cauzione provvisoria” è richiesta dal Committente (Stazione appaltante) ad ogni Impresa che intende partecipare ad una gara d’appalto di Lavori Pubblici, e ha lo scopo di garantire al Committente il possesso dei requisiti previsti e, in caso di aggiudicazione, l’impegno dell’Impresa a sottoscrivere il relativo contratto, a costituire cauzione definitiva ed a stipulare le polizze assicurative previste. L’ammontare della cauzione è stabilito generalmente nella misura del 2 % dell’importo a base d’asta salvo riduzione a fronte delle certificazioni ISO 9001 e SOA.

 

Ref : Art. 75 D.Lgs 163/2006

 

 

Definitiva Appalti Pubblici Lavori


L'impresa rimasta aggiudicataria di un appalto di Lavori Pubblici deve prestare “cauzione definitiva” a garanzia di tutti gli obblighi assunti con la firma del contratto, tra cui quello di stipulare le polizze assicurative previste. L’importo della cauzione è stabilito nella misura del 10% dell’importo dei lavori al netto dell’eventuale ribasso d’asta salvo riduzione a fronte delle certificazioni ISO 9001 e SOA. 
 
Ref : Art. 113 D.Lgs 163/2006

 

 

Rata a Saldo nei Lavori Pubblici


Il pagamento della rata di saldo è effettuato entro 90 giorni dall’emissione del certificato di collaudo provvisorio o del certificato di regolare esecuzione, a fronte di  adeguata garanzia del rimedio a carico del costruttore degli eventuali interventi di ripristino dovuti a difetti inizialmente non noti. 

Ref : legge quadro n. 109 del 12.2.1994 così come modificata dalla Legge n. 415 del 18.11.98 (Merloni-ter).  D.P.R. 554 del 21.12.1999 art.102 (Regolamento attuativo)